www.valeriodonato.it

Recupero Stazione Catanzaro Sala, Donato incontra i rappresentanti del Comitato

Il candidato a sindaco: “Utilizzare le risorse del PNRR per far riacquistare alla Stazione la sua centralità”

Catanzaro – Si è tenuto ieri un proficuo incontro alla presenza dei rappresentanti del Comitato Recupero Stazione Catanzaro Sala ing. Claudio Ruga ed ing. Vincenzo Italia.

“Nel corso dell’incontro – dichiara il candidato a sindaco Valerio Donato – ho avuto modo di confrontarmi sulle ragioni del Comitato ed ho espresso tutto il mio ringraziamento per la battaglia che i tanti iscritti stanno portando avanti con fermezza e decisione. La chiusura della storica Stazione di Catanzaro Sala, nel lontano 2008, e la contemporanea attivazione di una stazione “fantasma” collocata a Germaneto – rileva Donato – è stata una scelta infelice che ha, di fatto, privato la città della sua stazione ferroviaria di riferimento ed impoverito il quartiere, che attorno ed al servizio della stessa, contava numerose attività commerciali. Condivido pienamente le ragioni espresse dal Comitato e ritengo che la riattivazione della Stazione di Sala sia un tema da affrontare in maniera compiuta e con l’obiettivo di riconsiderare il sistema della mobilità cittadina ed extraurbana”.

Il candidato a sindaco prosegue: “Le risorse previste nel PNRR dovranno essere utilizzate per far riacquistare alla Stazione di Catanzaro Sala la centralità che aveva nel sistema dei trasporti su ferro anche al servizio dell’hinterland; non è un caso – aggiunge Donato – che all’iniziativa del Comitato abbiano aderito anche tanti Sindaci del comprensorio che va da Soverato, a Botricello, e a Taverna. Nell’ambito di un più moderno sistema di mobilità dell’intera area dell’Istmo dovrà essere riconsiderato il ruolo di snodo modale che può essere riservato alla storica Stazione di Sala. Gli importanti investimenti in corso (metropolitana di superficie) non sono affatto incompatibili con il recupero della stazione di Sala ma, anzi, ne valorizzerebbero le funzioni e l’utilità”.

“Lo sforzo che la prossima amministrazione dovrà fare – conclude il candidato a sindaco – sarà quello di studiare soluzioni praticabili e compatibili con i progetti in corso e che rispondano ad una seria riprogettazione della mobilità urbana su gomma e ferro. Il mio intento è di presentare, previa analisi e studio da svolgere anche insieme ai tecnici del Comitato per il recupero della stazione di Sala, delle proposte in merito già nel mio programma elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.